Belgiojoso Bonaparte: museo dell’ottocento

Arte modernaVilla Bonaparte oggi è una delle più importanti gallerie d’arte moderna europee. Al suo interno, infatti, è conservata la più importante collezione di opere d’arte di tutto l’800. Ci sono importanti collezioni, tra cui quella di Vismara e Grassi ma anche numerose opere singole appartenenti ad artisti famosissimi.

L’entrata del museo

Partendo dall’entrata del museo e procedendo verso il fondo del grande salone, si raggiunge immediatamente la sala all’interno della quale è contenuta l’intera collezione di Vismara. Imboccando la porta posta sul lato destro della grande sala dedicata alla collezione, invece, ci s’imbatte nelle piccole sale dedicate all’arte del ‘700: il neoclassicismo. Qui è possibile ammirare sculture e dipinti di importanza fondamentale, come quelli di Antonio Canova o di Appiani fino alla possibilità di fruizione di opere appartenenti ad autori che hanno rappresentato i cosiddetti ‘anelli di congiunzione’ tra una fase e l’altra della storia dell’arte, fra 700’ ed 800’, fra il neoclassicismo e il romanticismo. Fra questi c’è sicuramente l’opera di Hayez, Una volta percorse le sale minori, numerate dall’uno all’otto, è possibile accedere ad una sala di media grandezza, posizionata sul versante sinistro del grande pianoterra all’interno della quale è esposta la straordinaria collezione del Durini.

Il primo e il secondo piano del museo

Le grandi esposizioni del museo, tuttavia, continuano al primo piano, raggiungibile con l’ascensore o a piedi attraverso le imponenti scale della villa. Il primo piano del museo è dedicato Romanticismo, ma anche alla Scapigliatura e al Realismo. Le sale sono di media grandezza e al loro interno le opere da ammirare sono moltissime: si va da quelle degli Induno a quelle di Ranzoni, passando per le magnificenze del Segantini, del Previati oltre che di Pellizza da Volpedo. Il tutto è un tripudio di storia, cultura, arte, che trasborda dalle opere, sia dipinti che sculture, e dalle bellezze della stessa villa. Inoltre, c’è il secondo ed ultimo piano del museo interamente dedicato all’esposizione della collezione di Grassi. Si tratta di un’esposizione di notevole grandezza che racchiude dipinti di fama mondiale risalenti principalmente al XIX secolo. Sempre su questo piano, infine, è possibile ammirare alcune opere di derivazione orientale.

Foto: Vidady – FotoliaSimilar Posts:

Tags: